28a settimana: vaccino Difterite, Tetano e Pertosse

122

In occasione della settimana dedicata alla salute della donna, la Dott.ssa Maria Rosa D’Anna – Direttore del Dipartimento Materno-Infantile del Buccheri La Ferla e Membro del Comitato di Sorveglianza della Morte Materna e della Morte Endouterina del Feto presso il Ministero della Salute ed Istituto Superiore di Sanità – ha parlato dell’importanza del vaccino Difterite, Tetano e Pertosse:

“Scopo del vaccino DTP è quello di proteggere più il feto che la madre, perché la pertosse è una patologia che ha una mortalità molto elevata e che può essere fronteggiata nei primi mesi di vita solo con l’acquisizione di questi anticorpi che vengono trasmessi dalla madre sia durante la vita intra-uterina che con il latte materno durante l’allattamento (c.d. maternal immunization).

Quando fare il vaccino DTP

La somministrazione viene effettuata dalla 28a settimana fino alla 36a settimana ed è gratuita.

Per le pazienti che hanno paura a fare il vaccino in gravidanza, i dati mondiali e gli studi internazionali confermano la bontà del vaccino e l’obbligatorietà di farlo a tutte le donne. Non ci sono effetti avversi se non quelli che sono stati menzionati: dolore nel sito dell’inoculazione, lieve febbricola e quindi non ci sono problemi, il vaccino è sicuro.

Non deve essere effettuato se c’è un’infezione in atto, uno stato febbrile.

Validità del vaccino DTP in fase preconcezionale

La pertosse da un titolo anticorporale molto fugace, pertanto la donna che fa il vaccino in fase preconcezionale deve ripeterlo durante la gravidanza.

Validità del vaccino DTP durante l’allattamento

Alcune pazienti preferiscono fare il vaccino durante l’allattamento. Ci sono degli studi a questo proposito che dimostrano che comunque la percentuale di anticorpi che passano al neonato è inferiore e non è protettiva del tutto.

Validità della strategia “COCOON”

Altri adottano la strategia detta “COCOON” e quindi non vaccinando la donna gravida ma tutto il contesto familiare. Anche questa è una strategia che non da gli stessi risultati di quella della vaccinazione della donna in gravidanza.”

Per vedere l’intervento della Dott.ssa D’Anna su “L’importanza dei vaccini” clicca qui.

In caso di successiva gravidanza, anche se ravvicinata, sarà necessario ripetere nuovamente il vaccino in quanto la risposta anticorpale per la pertosse declina rapidamente.

Potrebbe interessarti come prenotare un vaccino a Palermo nei centri di vaccinazione