Pasta con le sarde e mollica tostata della Nonna Anna

663

In questo articolo, abbiamo voluto prendere in esame un’antica ricetta della Nonna Anna: Pasta con le sarde e mollica tostata, vi delineeremo 10 passaggi fondamentali.

Il tempo stimato per la preparazione è circa 40 minuti e le dosi calcolate sono per 2 persone, quindi se hai voglia di metterti dinanzi ai fornelli raddoppia o triplica il quantitativo, ed il gioco è fatto!

Tenete conto che anche il mare, proprio come la terra, ha un suo ciclo vitale da rispettare: la disponibilità di pesce varia infatti da mese a mese. Pertanto, se facciamo attenzione a procurarci frutta e verdura di stagione, dovremmo imparare a fare esattamente la stessa cosa con il pesce! 

Scegliere Pesce di Stagione va infatti a vantaggio dell’ambiente e del suo equilibrio, garantisce la qualità di ciò che mangiamo ed è – oltretutto – più economico. Il Mediterraneo per nostra fortuna è un mare ricchissimo di pesce azzurro (alici, sardine, aguglie, tonno, sgombro, lampuga, ricciola…): varietà più ricca di omega 3 e acidi grassi, che hanno effetti benefici sul funzionamento del cuore e del sistema circolatorio.

Per essere veramente sostenibili, poi, sarebbe opportuno preferire dei pesci a ciclo vitale breve e di piccola taglia.

La ricetta della pasta con le sarde e finocchietto selvatico segue la stagionalità del pescato di questo pesce azzurro e la presenza del finocchietto nelle campagne; il periodo è quello giusto e penso che sia il caso di approfittarne per provare la ricetta.

Il finocchio selvatico nasce lungo le coste spontaneamente, ottimo per tisane, liquori e per arricchire di gusto e profumo le ricette. Vediamo insieme come procedere per portare a tavola un primo piatto veloce e gustoso!

Ingredienti:

  • 350 g Bucatini o Maccheroni
  • 300 g sarde
  • 180 g finocchietto selvatico
  • q.b. uvetta
  • q.b. sale pepe
  • q.b. olio evo
  • 25 g pinoli
  • mezza cipolla, preferibilmente scalogno
  • un cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 2 filetti di acciughe sotto olio
  • 150 gr mollica

Procedimento:

  1. Lavare il finocchietto selvatico facendolo sgocciolare e asciugarlo con un panno asciutto, prendere un tagliere e tagliarlo in modo grossolano. Mettere il finocchietto in un tegame e portarlo ad ebollizione per almeno 45 minuti circa.
  2. In una padella preparare il soffritto con lo scalogno tagliato finemente, olio extravergine di oliva, un cucchiaino di concentrato di pomodoro e le acciughe. Soffriggere a fuoco lento per sciogliere l’acciuga per circa 3 minuti, aggiungere il finocchietto e un mestolo d’acqua di cottura tenendo da parte la restante acqua.
  3. Aggiungere uvetta e pinoli e dopo circa 5 minuti aggiungere le sarde precedentemente pulite. Far cuocere per 7 minuti e spegnere il fuoco
  4. Salare la restante acqua di cottura del finocchietto, portare ad ebollizione e calare la pasta. Scolare qualche minuto prima del tempo di cottura indicato nella pasta.
  5. Ultimata la cottura della pasta, scolarla con un mestolo direttamente nella padella del soffritto.
  6. Spadellare la pasta con il condimento per circa 2 minuti per terminare la cottura della pasta.
  7. Nel frattempo tostiamo la mollica in padella con un filo di olio per circa 2/3 minuti
  8. Serviamo la pasta con le sarde in un piatto da portata, cospargendola di mollica tostata e……..Buon Appetito!!!
Previous articlePanificio Graziano: Viaggio culinario alla ricerca di sapori antichi e gustosi
Next articleLa scopa ai tempi del coronavirus
Panificio Graziano
L’azienda Panificio Graziano nasce a Palermo nel 1952 e nei primi anni l’attività inizia ad affermarsi nel mercato cittadino grazie alla produzione di pane unitamente alla pizza a taglio che con il tempo diverrà uno dei tratti distintivi di questa poliedrica realtà del panorama cittadino. Il successo e l’esperienza maturata permette alla società di ampliarsi, assecondando anche i bisogni dettati dall’evoluzione della società, al punto da affiancare ai prodotti tradizionali anche i primi piatti da asporto, i biscotti, la caponata siciliana e tante altre prelibatezze. Negli anni successivi, forti dell’importante radicamento nel territorio, all’azienda madre vengono affiancate una piccola caffetteria ristorantino ed un pastificio. Grazie a queste due ultime attività Graziano completa il ventaglio dell’offerta di prodotti, consentendo al cliente una scelta in grado di accontentare i gusti più esigenti e i palati più raffinati. L’obiettivo di fondo è stato quello di realizzare nel tempo un “one stop shopping” che letteralmente significa “tutta la spesa sotto lo stesso tetto”, nel nostro caso si tratta di “tutta la spesa in un'unica strada”. La strategia commerciale scelta è stata pensata affinché il cliente possa fermarsi e scegliere cosa possa fare al caso suo e di acquistare pane, pizza, biscotti, primi e secondi già pronti o direttamente le materie da poter assemblare in pochi secondi direttamente a casa. A differenza di altre attività commerciali, nel settore dell’alimentazione e della ristorazione che hanno nel tempo cercato di standardizzare il prodotto e i medesimi negozi, Graziano ha preferito diversificare, creando piccole attività personalizzate all’esigenze delle diverse tipologie di stakeholder/clienti. Il Panificio Graziano si trova in via del Granatiere n° 13 Palermo. Telefono 0916254800