Guardaroba e dintorni

521

Una donna che diventa madre molto spesso trascura la cura della propria immagine, del proprio abbigliamento e del proprio stile.

Sappiamo bene quanto possa essere stancante, a volte pure sconfortante, prendersi cura di uno o più bambini piccoli: le mamme soprattutto non hanno molto tempo per riposare in modo rigenerante, e la pratica quotidiana di beauty-care è ridotta davvero a pochi e indispensabili gesti. Capita così, soprattutto se non ci hanno i necessari aiuti, che ci si dimentica di essere donne, e ci si concentra solo sull’essere madri.

Paradossalmente per alcune donne questo cortocircuito si interrompe nel momento in cui ritornano al lavoro, e ancora di più se il loro luogo di lavoro le obbliga a un’immagine ben curata.

E le altre? Purtroppo la maggior parte delle donne che torna al lavoro dopo la maternità trascura la propria immagine e scivola, senza volerlo, in una sorta di “sciatteria” nascosta dietro la scusa che sia necessario adottare un abbigliamento comodo per gestire le giornate con i bambini.

Con questa rubrica, intitolata “Guardaroba e Dintorni”, voglio dare uno spazio proprio alla cura del guardaroba, che significa prendersi cura della propria immagine e sentirsi sempre a proprio agio sia dentro che fuori casa. Significa guardarsi allo specchio e riconoscersi. E piacersi.

A questo punto penso sia doveroso presentarmi. Sono Vinziana Rizzo, vivo a Marsala dove ho trascorso praticamente tutta la mia vita, ho superato i 45 anni e anche io sono una mamma: i miei figli sono Riccardo e Alice, di 12 e 8 anni. Dopo la nascita di Riccardo mi sono ammalata di depressione e, mentre lavoravo con un professionista per guarire, incalzata da un gruppo di amiche ho iniziato a studiare e a formarmi per far diventare una vera professione quello che da sempre mi riesce facile: creare gli outfit perfetti con quello che c’è nel guardaroba. Così sono diventata Curatrice di Stile e ho fondato Armadiovariabile.

Questo lavoro nasce, innanzi tutto, da una grande passione per la storia della moda e del costume, e grazie a questi studi ho potuto capire le varie evoluzioni del vestire, le differenze di abbigliamento femminile da quello maschile, e infine, grazie alla liberazione dei costumi del secolo scorso, anche al delinearsi dei vari stili: quello bon ton, quello casual, quello minimalista; ma anche lo stile sportivo, quello bohémienne, o eccentrico, o legato a certi ambienti come lo stile casual-rap.

Ognuno di noi predilige uno stile, con il quale si sente davvero a proprio agio, e la scelta degli indumenti da indossare quotidianamente lo riflette in maniera praticamente inconscia. Quindi se una donna è istintivamente orientata per uno stile casual, sarà meno portata verso un abbigliamento troppo bon ton, o appariscente, prediligendo scarpe basse e indumenti per lo più comodi. Viceversa, una donna dall’indole femminile (e sto scrivendo questo termine con i dovuti distinguo!) predilige le gonne e le scarpe con i tacchi.

Ho volutamente generalizzato, per questo primo articolo, un argomento che ha, invece, mille sfumature, perché lo stile che scegliamo di indossare quando creiamo i nostri outfit, altro non è che la rappresentazione della nostra personalità, che non è statica, e delle nostre emozioni. Infatti il nostro look esprime chi siamo e il nostro carattere nello stesso modo in cui potremmo farlo a parole, ma in maniera più diretta. Siamo noi stesse, dunque, le protagoniste indiscusse del nostro stile. Per questo è bene chiarire che non vestiamo principalmente per piacere agli altri o per fare “bella figura”, ma piaceremo agli altri se ci sentiremo a nostro agio con i vestiti che indossiamo, se ci piace l’immagine che lo specchio ci riflette.

Avete mai fatto caso che, quando cerchiamo di creare un outfit, anche il più semplice possibile, e proviamo mille indumenti buttandoli poi tutti inesorabilmente sul letto, la frase che ci accompagna è “non mi piace come mi sta”?

Il segreto per far sì che il proprio guardaroba parli di te, è far in modo che contenga quegli indumenti che valorizzano il tuo corpo, che ti fanno sentire a tuo agio, che si adattano al tuo stile di vita, che esprimano la tua personalità e i tuoi valori, e che possano adattarsi alle tue emozioni della giornata.

Dunque, per ritornare allo scopo che si prefigge questa rubrica, in questo spazio parleremo di come una donna possa far fiorire la propria personalità e il proprio stile grazie all’abbigliamento, come può creare degli outfit in cui sentirsi se stessa, e non solo comoda, e come può intervenire nel proprio guardaroba per rinnovarlo con criterio e prendersi cura del proprio look.

Quando hai chiaro quali sono i modelli giusti per te, quali tessuti scegliere, come bilanciare i centimetri del busto e delle gambe, quali colori usare e come accostarli; quando hai chiaro come parlare di te grazie all’abbigliamento e quale stile ti rappresenta, allora avrai in mano un super potere: quello di creare la tua immagine armoniosa, in cui ti riconosci totalmente, e avrai iniziato a mettere le basi per creare il guardaroba che ti valorizza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.