Yoga – Il buongiorno si vede dal mattino!

Certo, quando iniziamo bene la nostra giornata già il 50% di una giornata positiva è stata fatta (anche se non della tua ToDo list)!

Invece spesso apriamo gli occhi, probabilmente perché la sveglia ce lo dice, dopo un po’ ci alziamo e….praticamente inizia la giornata. C’è chi si prende il tempo di sedersi tranquillamente per un caffè/colazione ma c’è chi nemmeno arriva a questo.

Mentre l’inizio della nostra giornata è molto decisiva per il resto della giornata!

Fisicamente, mentalmente, per te, per chi ti sta intorno, per oggi, per i tuoi obiettivi, per…la tua vita.

E per ciò che reputiamo importante riusciamo a trovare un po’ di tempo, giusto? Forse riusciamo persino ad alzarci 10 minuti prima!

Allora che facciamo in quei 10 minuti?

Un’idea potrebbe essere questo piccolo ‘programma’ per flessibilizzare le articolazioni del corpo. Fa molto bene per chi soffre (o per prevenzione) di reumatismi, artriti o ipertensione. Ovviamente da poter fare non solo la mattina ma in qualsiasi momento della giornata.

Respirazione: Prima di sedersi prendiamo un attimo di consapevolezza, facendo 10 respiri profondi e lenti con il diaframma (solo respirando attraverso la parte bassa dell’addome; la zona dell’ombelico).

Poi un bel sorriso e un pensiero positivo, che potrebbe essere ciò che devi fare quel giorno o in generale la chance di fare le cose con un buon spirito e incontrare nuove persone o magari interessarti in persone che già conosci. Oppure semplicemente gratitudine.

E ora piano piano ci alziamo fino a sederci sul bordo del letto.

  • Figura1. Raddrizziamo la schiena e iniziamo a svegliare la testa e il nostro cervello facendoci un massaggio. Iniziamo dal collo e finiamo sul capo della testa.
  • Figura2. Le mani scendono sulle ginocchia. Facciamo qualche mezzo giro con il collo da una spalla, passando col mento d’avanti la gola e finendo con un inspiro all’altra spalla. Da ripetere fino a quando vi è comodo o finché non sentite il collo più sciolto.
  • Figura3. Poi mettendo le dita sulle spalle, le giriamo lentamente (i gomiti fanno dei giri lateralmente), giri ampi e ti godi la sensazione che il corpo si stia sciogliendo.
  • Figura4. Gomukhasana (Cowface) per aprire le spalle: alziamo il braccio destro, pieghiamo il gomito e portiamo la mano in mezzo alle scapole. Portiamo anche la mano sinistra dietro la schiena, da sotto, e proviamo ad agganciare le due mani aprendo la spalla destra, tirando su e spingendo leggermente giù la spalla sinistra. Il collo deve essere libero e allungato verso il soffitto. Se non riesci ad aggrappare la mano (normalissimo, nessuna preoccupazione!) puoi tenere una sciarpa, cinghia oppure la maglietta fra le mani.
  • Figura5. Garudasana (posizione dell’aquila) che aiuta ad aprire lo spazio fra le scapole spesso rigide, soprattutto la mattina. Non vi preoccupate se non riuscite ad attorcigliare del tutto, si possono unire anche solo i dorsi delle mani. Importante sentire come lo spazio fra le scapole si ‘allarghi’.
  • Figura6. Ora sempre seduta sul letto facciamo dei giri con le caviglie, flettiamo e stendiamo. Poi intrecciamo le dita delle mani sotto la coscia e stendiamo la gamba qualche volta, facciamo qualche giro ampio e procediamo poi con l’altra gamba. (Ahi ahi ahi, che sentiamo rigidi i muscoli posteriori delle gambe!)
  • Figura7/8. Ora ci possiamo alzare, ginocchia piegate e schiena retta (cfr. figura 9), con calma sempre. Pieghiamo le ginocchia, portiamo il busto giù e ci poggiamo con il petto sulle cosce… la testa giù è rilassata e respiriamo lentamente e profondamente, sentendo i muscoli posteriori delle gambe svegliarsi e dando spazio fra le vertebre della schiena. Potete stare quanto volete, fa molto bene sia alla mente che al corpo. Solo se sentite tirare troppo la schiena o i muscoli posteriori delle gambe provate a piegare di più le ginocchia. Se proprio non riuscite a stare comodi, lasciate stare e provate in un altro momento della giornata. 
  • Intrecciamo le dita delle mani sopra la testa e le tiriamo verso sinistra allungandoci e spingendo i fianchi verso destra e poi al contrario.

E allora come ti senti? Pronta per affrontare la giornate con un sorriso?

A lungo termine questi esercizi/ riscaldamenti molto semplici di mattina ci aiutano anche a prevenire problemi reumatici, artriti ecc… 

Più giorni iniziamo con calma, più effetto avrà sulla nostra vita. 

IMPORTANTE. Quando sentite dolori o troppo rigidità – ad esempio punto 7 alla parte lombare della schiena – uscite dalla posizione. Ricordiamoci che il corpo è più rigido di mattina e quindi bisogna andarci piano e con consapevolezza.

Namastè!

Wendy Hudepol

Studio Yogandy

fe82e87f-5634-46f4-86e9-fa67ab201fc4

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...