Arancine per Santa Lucia

Le arancine di riso, vanto della cucina siciliana, sono dei piccoli timballi di riso che si possono consumare in qualsiasi momento della giornata e dell’anno. La tradizione locale vuole che il giorno di Santa Lucia (13 Dicembre), per ringraziare la Santa di aver fatto finire il periodo di carestia in Sicilia, non si mangi pane e pasta ma solo cuccia, arancine, sformati di patate e panelle. Prepariamo quindi delle favolose arancine!

Ingredienti per circa 15 arancine

  • 500 gr di riso (superfino o chicco tondo, per timballi)
  • 1 l di acqua
  • 30 gr di burro
  • 100 gr di parmigiano grattugiato (se preferite un sapore più deciso il pecorino)
  • 3 uova
  • 1 bustina di zafferano
  • Sale q.b.

Ingredienti per il ripieno di carne:

  • 200 gr di tritato di vitello
  • 1/2 cipolla bianca
  • 80 gr di piselli (surgelati o freschi)
  • 25 gr di burro
  • 40 gr di concentrato di pomodoro
  • 2 cucchiai di olio extravergine
  • Pepe q.b.
  • Sale q.b.
  • 100 ml di vino rosso

Per impanare e friggere:

  • Pangrattato q.b.
  • 2 uova
  • Olio di oliva

Lessiamo il riso in un litro acqua salata in modo tale che a fine cottura sia stata completamente assorbita. Questo procedimento consente di mantenere l’amido in pentola ed ottenere un riso molto asciutto. Appena è cotto il riso aggiungiamo i tre tuorli sbattuti con lo zafferano, il formaggio grattugiato ed il burro. Mescoliamo bene e disponiamo il riso in un piatto molto grande, livelliamolo e lasciamelo raffreddare.

Ora dedichiamoci al ripieno. Soffriggiamo la cipolla finemente tritata in un tegame con due cucchiai di olio ed una noce di burro ed uniamo poi la carne, facendola rosolare a fuoco vivace. Aggiungiamo il vino, che lasciamo sfumare, il concentrato di pomodoro che abbiamo preventivamente sciolto in un bicchiere d’acqua, aggiustiamo di sale e di pepe e facciamo cuocere a fuoco lento per trenta minuti.

Nel frattempo mettiamo i piselli in un tegame con un filo d’olio e facciamoli cuocere per dieci minuti aggiungendo dell’acqua all’occorrenza. Quando i piselli sono croccanti e cotti li uniamo al ragù e facciamo raffreddare il tutto.

Iniziamo a dare forma alle nostre arancine! Prendiamo un po’ di riso e mettiamolo nel palmo della mano formando uno strato sottile con al centro una conca, versiamoci un cucchiaio di ragù, chiudiamo con un altro strato sottile di riso e modelliamo la nostra palla. Ora passiamo le arancine una per una prima nell’uovo sbattuto, poi nel pangrattato e per ultimo friggiamole nell’olio bollente. Appena le arancine saranno ben dorate saranno pronte per essere mangiate.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...